Comune di Morsasco

Morsasco
Benvenuti nel sito ufficiale del Comune di Morsasco (AL)
Al fine di migliorare la qualità della comunicazione istituzionale, vi invitiamo ad inviarci tramite e-mail le vostre richieste o segnalazioni inerenti le informazioni ed i servizi erogati attraverso il presente sito web.

Indirizzo: Via G. Matteotti, 10 - 15010 Morsasco (AL)
Partita IVA: 00385220066
Telefono: 0144-73022 - Fax: 0144-73140
E-mail: morsasco@ruparpiemonte.it
Posta certificata: comunemorsasco@arubapec.it

Dominio .gov.it

TRIBUTI COMUNALI ANNO 2017

 
TRIBUTI COMUNALI ANNO 2017

 

Scadenza rata 16/06/2017

IMU

Deliberazione C.C. n. 22 del 22.12.2016
 
L’aliquota dell’Imposta municipale propria (IMU) viene determinata nel modo seguente:
§ aliquota base per l’abitazione principale e per le
relative pertinenze categorie catastali A1/A8/A9                                                       4.9 per mille;
§ aliquota altri immobili                                                                                         9,0 per mille;
§ aliquota immobili cat C 01                                                                                  7,9 per mille;
§ aliquota immobili cat D                                                                                       7,6 per mille;
§ aliquota terreni                                                                                                    0,0 per mille.
 
Scadenza I rata 16/06/2017
Scadenza II rata 16/12/2017
 
Codici tributo  “3918” Altri fabbricati
                        “3916” Aree fabbricabili
                        “3925” Categorie D
 
TASI

Deliberazione C.C. n. 23 del 22.12.2016
 
L’aliquota della tassa sui servizi indivisibili (Tasi) viene determinata nel modo seguente:
§ aliquota per l’abitazione principale e per le relative pertinenze
categorie catastali A1/A8/A9                                                                                     0,5 per mille;
§ aliquota per l’abitazione principale e per le relative pertinenze                           0,0 per mille
§ aliquota altri immobili                                                                                         0,0 per mille.
 
Scadenza I rata 16/06/2017
Scadenza II rata 16/12/2017
 
Codice tributo “3958” l’abitazione principale e per le relative pertinenze categorie catastali A1/A8/A9          
                   
TARI 

Verranno inviati al domicilio dei contribuenti gli avvisi di pagamento TARI 2017nel mese di luglio.

Le scadenze per il pagamento sono:

PRIMA RATA 31/08/2017
SECONDA RATA 15/10/2017
TERZA RATA 30/11/2017

PAGAMENTO IN UNA UNICA SOLUZIONE 15/10/2017

Il pagamento viene effettuato tramite modello F24 Codice tributo 3944 Codice Ente F751.
 
Gli uffici comunali sono a disposizione per ogni chiarimento e previo appuntamento effettuano l'elaborazione delle deleghe di pagamento modelli F 24
Tel n. 014473022 - ragioneria@comunemorsasco.it
Lun- ven. 9.00 -12.00
ma - gio 15.00 - 18.00
 

FATTURAZIONE ELETTRONICA

in
Periodo di pubblicazione: 
26/03/2015 - 10/04/2015
Emesso da: 
Comune di Morsasco_

La Legge 244/2007 (Finanziaria 2008), modificata dal Decreto Legislativo 201 del 2011, ha istituito l'obbligo di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione (articolo 1, commi 209-214). Sulla base di tale previsione, la Pubblica Amministrazione non potrà più accettare le fatture in forma cartacea, né procedere al relativo pagamento.
L'obbligo decorre  dal 31 marzo 2015 per gli Enti localii. A partire da tale data la P.A. non potrà procedere al pagamento, neppure parziale, fino all'invio del documento in forma elettronica.

Tutte le informazioni utili sulle tematiche, la normativa di riferimento, la documentazione tecnica sulla fattura elettronica, le modalità di trasmissione e i servizi di supporto e assistenza, sono disponibili sul sito www.fatturapa.gov.it, dedicato esclusivamente alla fatturazione elettronica verso le Pubbliche Amministrazioni. 

Soggetti interessati
Gli utenti coinvolti nel processo di fatturazione elettronica sono:
gli operatori economici, cioè i fornitori di beni e servizi verso le PA, obbligati alla compilazione/trasmissione delle fatture elettroniche e all’archiviazione sostitutiva prevista dalla legge. Va precisato che le fatture emesse dagli intermediari per la trasmissione delle dichiarazioni dei redditi e per la riscossione mediante modello F24 sono, al momento, derogate dagli obblighi:
le Pubbliche Amministrazioni, che devono effettuare una serie di operazioni collegate alla ricezione della fattura elettronica;
gli intermediari (banche, Poste, altri intermediari finanziari, intermediari di filiera, commercialisti, imprese ICT), vale a dire soggetti terzi ai quali gli operatori economici possono rivolgersi per la compilazione/trasmissione della fattura elettronica e per l’archiviazione sostitutiva prevista dalla legge. Possono servirsi degli intermediari anche le PA per la ricezione del flusso elettronico dei dati e per l’archiviazione sostitutiva.

Procedura
La legge ha stabilito che la trasmissione delle fatture elettroniche destinate alle Amministrazioni dello Stato deve essere effettuata attraverso il Sistema di Interscambio (SdI). Le modalità di funzionamento dello SdI sono state definite con il decreto ministeriale 3 aprile 2013, n. 55.

Per i fornitori - con sede in Italia - il processo di fatturazione elettronica verso le PA prevede:
predisposizione della fattura in formato XML secondo lo standard pubblicato sul sito FatturaPA;
firma della fattura con firma elettronica qualificata o digitale da parte del fornitore o di un terzo soggetto delegato; invio della fattura al Sistema di interscambio (SdI), mediante uno dei canali previsti dalle Specifiche tecniche dello SdI (PEC, FTP, cooperazione applicativa), che provvede alla consegna della fattura all’ufficio destinatario della PA;
ricezione delle notifiche e dei riscontri inviati dallo SdI a fronte dell’esito della trasmissione della fattura; conservazione secondo le modalità previste dalla normativa vigente.In fase di compilazione è obbligatorio l’inserimento del codice ufficio della PA (Codice Univoco di Fatturazione) destinatario di fattura elettronica, reperibile sul sito web nella Scheda dell'ente.
Oltre ai dati fiscali obbligatori ai sensi della normativa vigente devono essere altresì inseriti i codici CIG e CUP secondo quanto previsto dall’art. 25 del DL n. 66/2014.

DATI PER LA FATTURAZIONE AL COMUNE DI MORSASCO

Codice univoco ufficio: UFSVBF
Codice Ipa: c_f751
PEC: comunemorsasco@arubapec.it

NUOVO ISEE 2015: DOCUMENTI NECESSARI

                                        DOCUMENTAZIONE NECESSARIO PER RICHIEDERE ISEE 2015
 
 
 
Il modello ISEE ( Dichiarazione Sostitutiva Unica o DSU) serve per poter accedere a prestazioni agevolate di Enti pubblici, rateazione debiti tributari, concorsi per il collocamento lavorativo, ed altro ancora.
 

                                             AVVISO:

 
Poiché l’I.S.E.E. è un’autocertificazione, molti dei dati in esso presenti possono essere autocertificati.
Su tali dati a partire dal 2015, come disposto dal DPCM n. 159/2013 attuativo dell’art. 5, DL n. 201/2011, saranno effettuati scrupolosi controlli da parte di INPS, AGENZIA DELLE ENTRATE e GUARDIA DI FINANZA, sia precedenti che successivi al rilascio dell'attestazione ISEE.
 
I CAF e/o i COMUNI rilasceranno Immediatamente una ricevuta con cui poter richiedere da subito le prestazioni agevolate, ma non rilasceranno la attestazione con il calcolo. Sarà l'INPS a rilasciarla dopo 10 giorni lavorativi e volendo, la si potrà ritirare presso il centro CAF presso cui si è fatta richiesta.
La dichiarazione ha validità fino al 15 GENNAIO dell'anno successivo alla data di rilascio.
 
E' NECESSARIO INDICARE I DATI FISCALI E PATRIMONIALI DI TUTTI I COMPONENTI DEL NUCLEO FAMILIARE, in particolare:
Codice Fiscale e Documento d’identità del dichiarante
Codice Fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare
Contratto di affitto registrato (in caso di residenza in locazione) 
BISOGNA DICHIARARE:

I REDDITI del secondo anno precedente la presentazione dell’ISEE, per le DSU presentate nel 2015 il reddito di riferimento è quello del 2013:

Modello 730 e/o Modello Unico e (per i dipendenti/pensionati) Modelli CUD

Certificazioni e/o altra documentazione anche dei redditi  attestanti compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, Bonus affitti, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, borse lavoro, assegni di mantenimento per coniuge e figli, compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche (ivi compreso somme percepite da enti musicali, filodrammatiche e similari).
IL PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE al 31/12 dell’anno precedente la presentazione dell’ISEE, per le DSU presentate nel 2015 il  riferimento è il 31/12/2014:

Documentazione attestante il valore del patrimonio mobiliare, anche se detenuto all’estero, e dati dell’operatore finanziario: depositi bancari e postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, forme assicurative di risparmio, etc..
GIACENZA MEDIA ANNUA (NOVITA' DA 2015) e saldo al 31/12 anno precedente e riferita a depositi bancari e/o postali (estratti conto trimestrali e/o mensili)

Per lavoratori autonomi e società: patrimonio netto risultante dall’ultimo bilancio presentato ovvero somma delle rimanenze finali e dei beni ammortizzabili al netto degli ammortamenti

Certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se detenuto all’estero (fabbricati, terreni agricoli, aree edificabili)

Atto notarile di donazione di immobili (solo per le richieste di prestazioni socio - sanitarie residenziali)
Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà. 

PER I PORTATORI DI DISABILITA' ( INVALIDITA' O HANDICAP)
consegnare copia della certificazione di disabilità (denominazione dell’ente che ha rilasciato la certificazione, numero del documento e data del rilascio) ed eventuali spese pagate per il ricovero in strutture residenziali (nell’anno precedente la presentazione della DSU) e/o per l’assistenza personale
(detratte/dedotte nella dichiarazione dei redditi del secondo anno precedente a quello di presentazione della DSU). 

AUTOVEICOLI E IMBARCAZIONI di proprietà alla data di presentazione della DSU
Targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto. 
 
Ulteriori documenti eventualmente necessari per ISEEU
Università, Facoltà o Corso di Laurea frequentato, numero di matricola. 
Ulteriori documenti necessari per riduzione canone TELECOM
Ultima bolletta TELECOM pagata. 
Ulteriori documenti necessari per Bonus Energia
Ultima bolletta ENEL pagata.

Condividi contenuti